Home

Indice

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Segnalazioni

 

Selvazzano - azzardo: 15/11/2017

 
Le sentenze dei Tar sono sempre una fonte di sorprese!
Bocciato il regolamento comunale anti-slot 
comunicato stampa del 14/11/2017 a firma di A. Santamaria - segretario PD Selvazzano D.
 
Il Gioco d’azzardo anche se lecito, è un male, eppure, per assurdo, è possibile che in un comune si debba aprire una sala gioco oltre i 500 metri da un luogo sensibile, ed in un altro comune si possa aprirla entro i 500 metri; ma che siano 10 metri o un chilometro, il gioco d’azzardo farà sempre le sue vittime! Al di là di questa esternazione, le sentenze vanno rispettate.
 
In merito, la sentenza tira in ballo l’ultimo regolamento approvato in Consiglio comunale: in definitiva non è servito a nulla modificare, se pur a vantaggio dei privati ricorrenti, il precedente regolamento.
 
Pur lodando l’intento del Comune di contrastare la ludopatia, il Tar ritiene che non cambia nulla se la distanza minima per aprire una sala gioco dai luoghi sensibili sia 500 metri in linea d’aria o di tragitto pedonale perché anche l’attuale regolamento continua a precludere l’apertura di nuove sale in quasi tutto il territorio, a discapito dell’esercizio della libertà di iniziativa economica.
 
Ma oltre ad imporre al Comune il pagamento delle spese processuali dei ricorrenti, la sentenza ci suggerisce anche come rendere meno restrittivo il regolamento: ad esempio diminuendo il numero dei siti sensibili o diminuire la distanza minima dagli stessi.
 
Non ho dubbi che il Sindaco avrà la premura di informarci sulle possibili contromosse del Comune e come per le precedenti iniziative, garantiremo il nostro appoggio alla lotta alla ludopatia.
 
Una cosa è certa, i nostri cittadini non vogliono una sala gioco “di fronte” ad un centro parrocchiale o ad una scuola.
 
14 novembre 2017
 
 
 
Antonio Santamaria
segretario Partito Democratico Selvazzano