Home

Indice

 
 
 
 
 
 
 
 

Segnalazioni

 
 
 

Selvazzano - ricorrenze: 04/11/2019

 
  
4 novembre
Mi permetto di prendere le parole del nostro Presidente Sergio Mattarella in questo giorno di memoria. https://www.quirinale.it/elementi/18719
 
E’ importante oggi essere presenti per riconoscere il valore e onorare quanti hanno sacrificato la propria vita lungo il tormentato percorso di unificazione del nostro Paese, che durante il primo conflitto mondiale aveva vissuto gli anni più difficili e drammatici.
 
La popolazione civile ha pagato un prezzo altissimo. Le conseguenze avevano continuato a produrre sofferenze, in Italia e nell’intero continente europeo: vincitori e vinti accomunati dallo stesso destino.
 
Ricordiamo con orgoglio e profonda riconoscenza, i valorosi, militari e civili, di quella tragica guerra e di quelle che sono seguite.
 
Vi sono stati tanti atti di eroismo rimasti nel silenzio per mancanza di testimonianze, come spesso accade in guerra quando non vi sono sopravvissuti che possano darne conto.
Soldati di ogni ordine e grado, civili, uomini e donne di ogni estrazione sociale, sacerdoti, giovani e giovanissimi, intere famiglie, borghi e centri abitati.
 
A tutti loro e ai sopravvissuti di quegli eventi tragici susseguitisi nel tempo va ancora il nostro pensiero: meritano - tutti loro - la più alta riconoscenza e onorificenza.
 
La testimonianza del sacrificio dei protagonisti di quei travagliati momenti - una generazione duramente colpita che ha però saputo trovare la forza per reagire e porre le fondamenta di un Paese libero e democratico - è per tutti noi e per le nuove generazioni un insegnamento e anche un monito a non abbassare mai la guardia e a non sottovalutare tentativi che negano o vogliono riscrivere la storia contro l’evidenza, allo scopo di alimentare egoismi, interessi personali, discriminazioni e odio.
 
L’antidoto a queste immani tragedie è soltanto nella memoria, nel dialogo, nel rispetto, nell’inclusione e nella comprensione reciproca.
 
Questo è ancora oggi il dividendo più prezioso dell’Europa unita: il periodo di pace più lungo della nostra storia.
 
(Dall’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia in occasione del centenario della fine della Grande Guerra e Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate)
 
Ornella Sabbion
consigliere PD Selvazzano D.